Bondola con crauti

La bondola altro non è che un insaccato tipico veneto molto simile al cotechino. Si produce prevalentemente nella zona di Vicenza. Esistono due varianti della bondola: la prima che viene consumata tutto l’anno e un altra, detta bondola con la lingua, che viene consumata 40 giorni dopo Pasqua (giornata dell’Ascensione).

Ma vediamo ora più nel dettaglio la ricetta

Ingredienti per 4 persone

– bondola 850 g

– crauti 750 g.

– cipolla media 1

– 1 bicchiere di vino bianco

– olio d’oliva

– mix di spezie come chiodi di garofano, alloro etc

Preparazione

Fate lessare la bondola in abbondante acqua per circa 3 ore, comunque fin che risulta morbida e ben cotta.

Nel frattempo mondate la cipolla, tagliatela a fettine sottili, mettetela a soffriggere con 2 cucchiai di olio, aggiungete del vino bianco e coprite la pentola.

Proseguite la cottura della cipolla a fiamma molto bassa finché sarà ben rosolata.

Nel frattempo versate i crauti in un colino e fateli sgocciolare bene dal liquido di conservazione e trasferiteli nella pentola dove c’è la cipolla e aggiungete del brodo caldo fino a coprirli, unite le spezie e gli aromi e fate cuocere per 5 minuti.

Quando la bondola è cotta tagliatela a fette, aggiungete i crauti e mandate in tavola.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*