Gnocchi Sbatui

Tra i piatti poveri della tradizione veneta spiccano gli gnocchi sbatui. I pastori della zona della Lessinia, zona montuosa a nord di Verona, erano soliti pascolare il bestiame e durante le brevi pause avevano bisogno di piatti calorici per riprendere le energie. Tra questi piatti vi erano gli gnocchi sbatui, preparati con pochi ingredienti e detti così perchè il loro impasto era sbattuto con grande energia durante la preparazione.

Vediamo ora più nel dettaglio la loro preparazione e gli ingredienti che occorrono.

Gnocchi Sbatui: ricetta per 4 persone

Ingredienti:

Farina 500 g.

Acqua calda q.b.

Burro 90 g

Formaggio 90 g

Sale

Preparazione:

Disponete la farina in una coppa di legno, versate lentamente l’acqua salata portata a 78°C.

Sbattete vigorosamente l’impasto con un mestolo di legno fino a quando il composto risulta tenero e morbido. Portate a ebollizione una capiente pentola d’acqua salata.

Trasferite una parte dell’impasto su un piatto piano.

Inumidite un cucchiaio immergendolo nell’acqua di cottura e formate gli gnocchi facendo scivolare una porzione di impasto con il cucchiaio direttamente nella pentola con acqua bollente e fate cuocere per circa 15 minuti alla ripresa del bollore (dipende dalla dimensione data agli gnocchi).

In una padella fate sciogliere il burro che risulterà pronto quando raggiungerà una colorazione ambrata.

Versate gli gnocchi su piatti caldi e conditeli con il burro ambrato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *